Fiori commestibili qualli sono?

0
702

La bellezza dei fiori sono cibo per l’anima, ma lo sapevate che alcuni fiori sono commestibili e possono essere utilizzati tranquillamente in cucina per insaporire e decorare i vostri piatti, per aromatizzare o semplicemente per creare contrasto tra i sapori con un tocco di eleganza e allegria?

Esistono moltissimi popoli che usano i fiori per cucinare, la maggior parte sono i paesi caldi, tropicali e subtropicali, dove la fauna è rigogliosa e ricca di fiori commestibili.

In Italia il fiore commestibile più conosciuto è il fiore di zucca, una vera prelibatezza, con il quale si può dare libero sfogo alla fantasia, per realizzare moltissime ricette dall’antipasto ai dolci.

Adesso non assaltare i fiori che hai in giro per casa, prima di tutto bisogna conoscerli, conoscere quale parte dei fiori è commestibile, ma sopratutto conoscere la loro provenienza e il metodo di coltivazione:

  • Accertarsi che i fiori vengono da coltivazioni biologiche è la prima cosa da fare, perché si evitano i pesticidi e altre sostanze nocive che vengono comunemente utilizzate nell’agricoltura.
  • Evitare di raccogliere i fiori che crescono lungo le strade o nei parchi, se avete la possibilità andate in giro per i campi e le colline, dove non ci sono coltivazioni intorno, troverete una moltitudine di fiori commestibili, non “contaminati”.
  • Se avete la possibilità di coltivarli personalmente nel vostro orto o terrazzino sarebbe meglio, in questo modo non solo avrete i vostri fiorelini freschi, ma riempirete di colore anche l’ambiente che vi circonda.
  • La parte commestibile dei fiori, sono i petali, ricordatevi di eliminare il gambo e i pistilli, con eccezione di alcuni dove sono commestibili anche le foglie.

Quali sono i fiori commestibili? 

I fiori commestibili sono per tutti i gusti: dolci, piccanti, aciduli, amari e speziati.

I fiori dal sapore dolce sono:

 

I fiori di Bella di giorno:

  • Dal sapore dolce, delicato e con un bel colore vivace. Uso in cucina: per decorare i dolci, o nel insalata.

I fiori di Rosa:

  • Dal profumo delicato e il sapore deciso, il colore comprende tutte le sfumature dal bianco al rosso scuro. Questo fiore è molto utilizzato per la preparazione di moltissimi piatti, ma anche come decorazione per dolci e cocktail.

I fiori di Menta

  • Dal sapore unico e inconfondibile, la menta e famosa per il suo profumo intenso, ma anche i suoi fiori sanno di menta. Ottimi per la preparazione di semifreddi, gelati o sorbetti e cocktail estivi.

Camomilla:

  • Dal sapore dolce e delicato, normalmente viene utilizzata per la preparazione degli infusi, ma provatela nella preparazione dei dolci: per aromatizzare dei biscotti/muffin.

 I fiori di Angelica:

  • Dal sapore intenso molto simile alla liquirizia, il colore può variare dal lavanda al rosa, in base alla varietà. Uso in cucina: per la realizzazione dei dolci (torte, biscotti).

 I fiori di Garofano

  • Dal sapore molto dolce, utilizzati per aromatizzare i liquori e per guarnire biscotti e pasticcini, ma assolutamente da provare dentro un cremoso risotto.

 I fiori di Finocchio:

  • Dal sapore molto delicato, accentuato da un leggero sapore di liquirizia, ottimi per gli infusi, ma anche per insaporire svariate pietanze.

I fiori di Gelsomino:

  • Dal sapore e profumo dolce e intenso è ottimo non solo per gli infusi ma anche per aromatizzare vari dolci sia caldi che freddi.

 I fiori di Agrumi:

  • Dal sapore dolce e molto profumato (fiori di arancio, limone, pompelmo). Da utilizzare in quantità limitata, perchè si rischia di coprire gli altri sapori. Ottimi per aromatizzare moltissime pietanze, dolci e cocktail.

 I fiori di Viola:

  • Dal sapore delicato che ricorda un pò la menta. Ideale per aromatizzare i gelati, gelatine e confetture, ma anche per insalate e bibite e altro.

 I fiori di Gerani:

  • Dal sapore dolce e intenso, ottimi per la preparazione di marmellate, semifreddi, sorbetti, vini, liquori, ma anche per accompagnare vari formaggi come la ricotta e la crescenza.

 I fiori di Trifoglio:

  • Dal sapore molto dolce con una leggera nota di liquirizia, adatti a varie preparazioni soprattutto nelle insalate.

I fiori dal sapore piccante e pepato sono:

Si adattano molto bene alla preparazione di piatti insalate, ma sicuramente da provare ad utilizzarle nella preparazione dei dolci!

I fiori di Crisantemo

  • Dal sapore molto forte, che va dal piccante al pungente. Grazie alla loro vastissima varietà di colori e sfumature ci permettono di creare decorazioni stupende per rendere i nostri piatti non solo buoni, ma anche belli da vedere.

I fiori di Nasturzio

  • Dal sapore dolciastro e con una punta di piccante, questi fiori sono ottimi per insaporire, ma anche per decorare.

I fiori di Calendula

  • Dal gusto piccante e pepato, dona carattere ad ogni piatto. Ottimo con la pasta, i risotti o con le zuppe.

I fiori di Rucola

  • Dal sapore pepato e intenso (molto più forte delle foglie), da utilizzare per insaporire insalate, ma anche arrosti.

I fiori di Ravanello

  • Dal sapore pepato che ricorda molto quello del frutto, ottime nell’insalata.

I fiori di Lilla

  • Dal sapore forte e pungente e un’aroma leggermente agrumato. Ottimi per la preparazione di piatti dolci, e per le decorazioni.

 

I fiori dal sapore amaro e/o acido perfetti per le pietanze salate sono:

I fiori di Borragine

  • Dal sapore amarognolo ma delicato che ricorda molto il cetriolo, si abbina perfettamente alla preparazione di vari piatti salati e insalate.

I fiori di Fuchsia

  • bellissimi, perfetti per le decorazioni di torte e altri dolci.

I fiori di Begonia

  • Dal gusto acidulo che ricorda molto il sapore del limone: ottimi nella preparazione di gelati, sorbetti, macedonie e altro.

I fiori di Verbena odorosa

  • Dal sapore unico che sa di limone, ottimi per la preparazione degli infusi e dolci

I fiori di Dente di leone

  • Dal sapore intenso, deliziosi in crema per condire la pasta, ma ottimi anche per farli sottaceto.

I fiori di Cicoria

  • Dal sapore amarognolo e accentuato. Deliziosi messi in salamoia, ma molto usati anche per gli infusi.

I fiori di Girasole

  • Dal sapore delicato, si sposano bene insieme ad altre verdure nelle insalate.

 

I fiori di Pratolina

  • (o margheritina dei prati) – Dal sapore molto simile ai capperi, ottimi come sottaceti.

I fiori di Gladiolo

  • Dal sapore delicato, possono essere farciti e i petali utilizzati nell’insalata, ma anche per fare delle bellissime decorazioni sulle torte.

I fiori di Aneto

  • Dal sapore intenso e aromatico che ricorda l’anice, ottimo per le torte salate a base di formaggio.

I fiori di Coriandolo

  • Dal sapore erbaceo e intenso, si consiglia di utilizzare i fiori rigorosamente freschi, per condire e decorare varie pietanze.

I fiori di Tarassaco

  • Dal sapore leggermente amarognolo, i fiori e le sue foglie possono essere aggiunti ad insalate e risotti per dare contrasto.

I fiori di Salvia

  • Dal sapore delicato molto simile a quello delle foglie, si abbinano perfettamente per aromatizzare svariate pietanze calde e fredde.

Primula

  • I petali e le foglie più giovani sono perfetti per decorare i dolci, ma anche i salati.

I fiori di Monarda

  • Dal sapore delicato e intenso molto simile alla menta, ottima per aromatizzare e insaporire piatti particolari a base di pesce e formaggio.

I fiori di Basilico

  • Dal sapore molto simile a quello delle foglie, ma più delicato. Ottime per decorare la pasta e insaporire le insalate.

I fiori di Fiordaliso

  • Dal sapore erbaceo, forte e intenso, da evitare assolutamente il gambo, perche molto amaro. Adatti per decorare.

I fiori di Allium

  • Dal sapore caratteristico e pungente (stessa famiglia dell’aglio, cipolla, erba cipollina e porro), ottimi nell’insalata e per decorare.

Malvarosa

  • Un fiore ricco di petali, perfetti per creare decorazioni colorate per le torte.

Inserite i fiori nella vostra alimentazione con molta cautela, alcune possono causare allergie, a chi è allergico alla pianta stessa, e fateci sapere se questa guida vi è piciuta e soprattutto se l’avete utilizzata, mandandoci una foto!!