Orto biologico fai da te

0
1925
orto biologico fai da te

Oggi sono in pochi ad avere la fortuna di possedere un pezzetto di terra dove riuscire a realizzare un orto biologico fai da te, e quindi si inventano dei rimedi molto ingegnosi per riuscire ad avere un piccolo orto anche nel bel mezzo di una città.

Avere anche un piccolo orto è importante oltre che bello perchè dedicare del tempo per lavorare anche un piccolo pezzetto di terra fa molto bene alla nostra psiche, risulta essere molto rilassante, e oltretutto non da meno la soddisfazione e la sicurezza di mangiare ciò che si è creato con le nostre mani, sapendo cosa stiamo mangiando.

 

Purtroppo ormai, vista l’attenzione mediatica che fortunatamente c’è sulla questione inquinamento ambientale e quindi dei prodotti agricoli, molta gente inizia a crearsi dei piccoli spazi autogestiti, dando vita a delle vere e proprie opere ingegneristiche come potete vedere dalle foto.

Il problema principale è, oltre che creare lo spazio necessario, quello di saper gestire e far crescere in modo naturale le piantine evitando tassativamente antiparassitari e concimi chimici che toglierebbero tutto quanto di naturale e spontaneo abbiamo creato.

Come curare gli ortaggi in modo naturale

Le piantine tenderanno a crescere rapidamente ma dovrete fare attenzione ai parassiti e ai funghi che le attaccheranno quasi sicuramente, vediamo allora come e cosa utilizzare per combattere tali infestazioni, preservando la salute di suddetti parassiti oltre che di lombrichi coccinelle e tutti quegli organismi che troviamo presenti spesso sulle nostre coltivazioni.

Ci saranno d’aiuto le stesse piante, ad esempio piantare erba cipollina e aglio, lascierà lontani gli afidi, un insetto molto comune su piante da giardino e coltivazioni, per proteggere i cavoli invece possiamo servirci delle piante aromatiche come il rosmarino, la salvia, la menta.

L’utilizzo del tessuto non tessuto, si chiama proprio così, ci aiuterà molto nel preservare le nostre piante, lasciando altresì respirare e immagazzinare aria e luce, vitali per la loro crescita, quando invece i parassiti sono già presenti possiamo agire con un getto d’acqua spazzandoli via, oppure aiutandoci con del latte o dell’olio d’oliva.

Ci sono poi insetticidi biologici, quando la situazione è talmente compromessa che non riusciamo a debellarli con i metodi sopra citati, come il verderame, oppure utilizzando decotti o infusi, infatti un infuso all’aglio vi aiuterà contro gli afidi, applicandolo sulle piante e sul terreno, con il suo odore l’aglio li terrà lontani, per le malattie di origine funginea invece ci sarà d’aiuto l’equiseto utilizzato sempre come l’infuso a base di aglio, sempre contro afidi e lumache è molto utile distribuire sul terreno del peperoncino miscelato con acqua e distribuito, oppure sciogliendo 2 grammi per litro si può nebulizzare contro afidi, cocciniglie e lumache.

Contro le malattie funginee inoltre il bicarbonato di sodio è molto utile, basta sciogliere un cucchiaio in un litro di acqua e nebulizzarlo nel terreno circostante alla parte infestata.

Molto utile è anche l’olio di neem, estratto dalla noce risulta utile contro tutti quegli insetti che si nutrono della linfa delle piante.

Anche l’ortica è un buon fertilizzante oltre che un antiparassitario, si può utilizzare sia macerato e cosparso con acqua sia lasciando delle foglie sul terreno.