Il riscaldamento globale secondo Donald Trump

0
859
donald-trump
donald-trump

Siamo di fronte ad un problema storico culturale importante sotto diversi aspetti, noi in questo articolo affronteremo quello relativo al riscaldamento globale secondo Donald Trump il nuovo presidente degli Stati Uniti.

Vogliamo affrontare questo tema di attualità che vede il neo eletto Trump alla guida della più potente economia del globo, per capire come si pone di fronte ad alcuni problemi legati all’ambiente, in special modo vediamo quelli relativi al riscaldamento globale, dopo le sue ultime dichiarazioni.

E’ chiaro che sia un personaggio eclettico e particolare, non è chiaro come abbia avuto tutti questi consensi tali da essere eletto, ma forse la risposta sta nel fatto che non vi erano validi rivali, o almeno questa è una nostra personalissima visione.

donald-trump-tweet
donald-trump-tweet sul riscaldamento globale

Questo è il suo meraviglioso Tweet dove diceva che il “cambiamento climatico è una stronzata e che anzi il pianeta sta congelando, aggiungendo che questa era una trovata dei Cinesi per rendere non competitiva l’industria americana”, che dire…

Il parere di un mitomane contro quello del 97% degli scenziati, e dei capi di Stato, la cosa terribile è che ora l’America è nelle sue mani, ma vediamo quali altre affermazioni ha rilasciato nel corso del tempo, sempre rispetto all’ambiente e alla sua preservazione:

  • cancellare l’adesione americana all’accordo di Parigi
  • far ripartire il progetto Keystone XL, un oleodotto che taglierebbe in due l’America
  • consentire le trivellazioni petrolifere nella costa atlantica

Queste sono solo alcune delle sue idee, lanciate sia tramite social che tramite interviste, avvalorate da tesi del tutto inventate e prive di qualsiasi fondamento scentifico, come l’ultima dove diceva che le calotte polari sono ai massimi storici e che le popolazioni degli orsi stanno aumentando…

La teoria del complotto sul riscaldamento globale secondo Trump

Sempre da sue affermazioni, si capisce quando il suo ego lo spingesse avanti, additando sia l’ex governo Americano che la casta scentifica di teorie complottistiche, rispetto al problema sul riscaldamento globale, tale complotto secondo Lui, verrebbe urlato per coprire l’aumento delle tasse per salvare il pianeta, mettendo in evidenza come gli stessi scenziati che studiano il fenomeno siano intrappolati nei ghiacci, o peggio il pungente freddo del Tennessee, dicendo che in quei giorni faceva molto freddo, teorie talmente becere, da essere paragonate alla conoscenza di un bambino di cinque anni.

Ora siamo degli umili spettatori che vedranno l’evolversi dei fatti ai telegiornali, e non solo, speriamo quantomeno che le persone che affiancheranno questo personaggio siano più preparate e soprattutte più realistiche, per affrontare un tema talmente delicato che sta mettendo a rischio la vita dell’intera umanità.