Petrolati

0
1471
petrolati

Il petrolato è una gelatina ottenuta dalla raffinazione del petrolio.

Composto da idrocarburi, venne ideato per la prima volta nel 1859 da Robert Chesebrough che durante il suo lavoro negli impianti di sostanze paraffiniche di perforazione, gli diede il nome di vasellina brevettando allo stesso momento anche il metodo di lavorazione.

Ritorniamo a parlare del fasullo aspetto morbido e setoso di alcuni prodotti per la pelle e per i capelli, tale aspetto è dato principalmente dall’impiego di questo ingrediente, diciamo fasullo perchè quello che sentiamo è solamente frutto dell’azione occlusiva che operano sulla pelle, essendo costituiti principalmente da sostanze oleose, favorendo così una piacevole sensazione iniziale ma con conseguente chiusura dei pori cutanei, impedendo la normale traspirazione e l’ossigenazione, creando il proliferare di brufoli, punti neri, e altre caratteristiche imperfezioni della pelle.

La sua pericolosità è direttamente proporzionale alle impurità nell’olio di raffinazione al punto di risultare più o meno cancerogena, tanto da vietarne l’utilizzo e la produzione di oli base con più del 3% di impurità pericolose!

Oltre il danno la beffa, cioè che non siamo solo noi a rimetterci nell’utilizzo di tali sostanze perchè non essendo biodegradabili risultano essere dannose per l’ambiente e non solo, per il testaggio vengono maltrattati animali ai quali vengono somministrate queste sostanze inducendoli talvolta alla morte.

Dove vengono impiegati i petrolati:

  • prodotti per l’infanzia
  • gel per le labbra
  • balsamo per capelli
  • profilattici
  • creme da barba
  • ecc

Come riconoscere i petrolati:

  • Mineral Oil
  • Paraffinum Liquidum
  • Petrolatum
  • Propylene glycol
  • Isopropyl
  • Vaselina
  • Cera microcristallina
SHARE
Previous articleParabeni
Next articleLa Fitoterapia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here