Rimedi naturali per combattere le zanzare in estate

0
1639
rimedi naturali per combattere le zanzare

In estate con la calda stagione inizia l’incubo delle zanzare, vediamo quindi dei rimedi naturali per combattere le zanzare in estate.

Tutti noi con l’arrivo della bella stagione dobbiamo fare i conti con le famigerate zanzare, sempre più fastidiose e sempre più indifferenti ai repellenti che si trovano nei supermercati, quindi per difenderci dalle loro punture fastidiose delle zanzare femmina dobbiamo ricorrere ad alcuni rimedi efficaci.

Dove si formano le zanzare:

  • le zanzare femmina che sono le uniche a pungere, depongono le loro uova nei ristagni d’acqua, anche nei sottovasi, quindi prima cosa da eliminare è questo, oppure basta inserirci una monetina di rame che tenderà a rendere l’acqua un posto sgradevole per loro.

Perchè le zanzare preferiscono più alcune persone rispetto ad altre?

  • L’anidride carbonica attira le zanzare, possono sentire il suo odore anche a 50 metri di distanza, quindi tutte le persone che praticano attività fisica e i bambini che ne producono più della media, sono i bersagli più graditi
  • le zanzare sono attirate da alcuni odori della nostra pelle, e vanno pazze per l’acido lattico, l’ammoniaca, e altri prodotti metabolici, anche la sudorazione attira le zanzare.
  • anche i batteri giocano un ruolo fondamentale, infatti le zone più popolate dai batteri come i piedi e le caviglie sono i punti in cui più spesso veniamo punti
  • anche ciò che mangiamo incide sul nostro odore, anche se in modo impercettibile al nostro naso ma non a quello delle zanzare, che preferiscono coloro che assumono quantità eccessive di alcool e birra ad esempio
  • persone con una concentrazione di colesterolo nel sangue maggiore potranno attirare la loro attenzione
  • gli ormoni e soprattutto gli steroidi sono altro elemento che influisce molto sull’odore della nostra pelle, che piace sicuramente agli insetti volanti
  • la voce che da sempre gira che le zanzare prediligano il sangue dolce è una fesseria, piuttosto da uno studio effettuato su dei campioni anche se limitato si è visto come le zanzare sembra preferiscano di gran lunga le persone con gruppo sanguigno 0, piuttosto che B e per il doppio rispetto al gruppo A
  • come abbiamo detto tali insetti essendo molto freddolosi, ne va il motivo che si vedano solo d’estate, prediligono le persone con una temperatura corporea più alta, per questo gli sportivi, i bambini e le donne incinte sono le prede migliori
  • anche in fatto di moda, le zanzare preferiscono vestiti scuri, si proprio così, sembra proprio che i vestiti chiari tengano le zanzare più lontane

Rimedi naturali per combattere le zanzare:

Soprattutto se si hanno animali domestici, ma anche per la nostra salute, l’utilizzo di repellenti chimici è fortemente sconsigliato, vediamo quindi cosa la natura ci mette a disposizione per cercare di allontanare le zanzare:

  • chiodi di garofano e cipolla messi in un piattino sugli angoli più esposti della casa
  • ciotola di aceto con qualche fettina di limone
  • poi abbiamo le classiche piante che tutti conosciamo come la citronella, il geranio, la cedrina, il basilico, la menta e la lavanda con il loro odore tengono lontane le zanzare
  • anche l’aglio come sappiamo piantato in giardino tiene lontani i parassiti dalle piante e allo stesso modo tiene lontane le zanzare con il suo odore messo in casa
  • un rimedio sempre naturale e molto efficacie sono i pipistrelli, amanti delle zanzare e abili cacciatori, prendete una Bat box, cassetta per pipistrelli e mettetela in giardino, in pochi giorni si popolerà e i pipistrelli lavoreranno di notte per liberarvi dalle fastidiose zanzare

Trappola per zanzare:

Prendete una bottiglia di plastica e tagliatela un centimetro sopra al collo verso la metà, nel frattempo prendete e fate bollire dell’acqua per circa 10 minuti con dello zucchero dentro e lasciatela raffreddare dopo averla versata nella parte inferiore della metà della bottiglia (non quella con il collo superiore ma la parte inferiore), una volta freddata mettete del lievito e tappate la parte inferiore della bottiglia inserendo la parte superiore capovolta tipo imbuto.

Sigillate la giuntura con del nastro isolante, avvolgete il tutto con del cartoncino stando attenti a non coprire la parte superiore che servirà a far entrare gli insetti attratti dall’anidride carbonica sprigionata dalla reazione chimica, e lasciatela in un angolo buio e piuttosto umido della vostra casa per circa due settimane, dopodichè aprite la parte nascosta dal cartoncino e vedrete quante puntura avete evitato con questo semplicissimo rimedio naturale.