La Cannabis preziosa pianta dai mille usi

0
201

La Cannabis è una pianta dalle mille virtù, molto apprezzata per le sue proprietà terapeutiche nella cura di moltissime malattie e senza effetti collaterali.

La Cannabis Sativa fa parte della famiglia delle Cannabinaceae, molto conosciuta in gergo come: erba, marijuana, hashish o canapa indiana e considerata una “droga leggera” o “ricreativa” per il semplice fatto che induce degli effetti psicoattivi, correlati alla presenza dei principi attivi chiamati cannabinoidi e tetraidrocannabinolo

  • il cannabidiolo (CBD) ha un effetto: antinfiammatorio, analgesico, antinausea, antiemetico, antipsicotico, anti ischemico, ansiolitico e antiepilettico.
  • il tetraidrocannabinolo (THC) è responsabile degli effetti psicoattivi della cannabis e ha effetti: antidolorifici, antinausea, antiemetici, anticinetosici, stimolanti l’appetito e ipotensivi sulla pressione endooculare.

 

La cannabis che conosciamo noi oggi è quella “ricreativa” ed è il risultato di varie lavorazioni di diverse parti della pianta come per esempio:

  • l’hashish – ricavato dalla resina della cannabis ed è preparato in piccoli blocchi o in polvere
  • la marijuana – ricavata dalle foglie e i fiori essiccati della pianta femmina matura

Viene assunta sotto forma di fumo e a differenza di quella terapeutica ha degli effetti collaterali come:

  • alterazione dell’umore
  • tachicardia
  • insonnia
  • crisi paranoiche e di ansia
  • reazioni psicotiche
  • sindrome amotivazionale ( mancanza di motivazioni, peggioramento della memoria e della concentrazione, letargia)

Ma fortunatamente la cannabis no è solo questo, è una pianta dai mille usi che può essere utilizzata come materia prima in moltissimi settori senza nessun impatto negativo sull’ambiente e sulla nostra salute ma anche sul nostro ecosistema dato che una coltivazione della durata di tre mesi e mezzo produce una biomassa quattro volte maggiore di quella prodotta dalla stessa superficie di bosco in un anno.

La cannabis o la canapa è una delle poche specie conosciute  a partire dall’antichità, sia in Oriente che in Occidente, e veniva utilizzata per fabbricare: corde, tessuti e carta.

Anche in Italia fino agli anni ’50 e stata coltivata in larga scala per la produzione di semi, olio e fibra tessile, dopodiché e stata sostituita con il cotone e le fibre sintetiche.

 

Usi della Cannabis:

La canapa viene utilizzata con successo in vari settori e potrebbe diventare un’alternativa ecologica se venisse diffusa e utilizzata in larga scala, salvando il nostro pianeta dal disastro ambientale nel quale ci troviamo.

Tutto quello che si può fare con la canapa:

  • produrre la carta – e salvare centinaia di migliaia di alberi all’anno
  • produrre fibre naturali –  per ridurre l’inquinamento
  • produrre combustibili 100% green – dire addio al petrolio
  • fabbricare materie plastiche e vernici ecologiche – prive di formaldeide e altre sostanze nocive
  • espandere l’uso nella Bioedilizia – creando case più ecologiche con meno consumi
  • sostituire il legno – contribuire a salvaguardare l’ambiente
  • uso alimentare (olio, semi, farina)- altissimo valore nutritivo, i semi sono ricchissimi di proteine
  • uso nella fitocosmesi – l’olio di canapa è ricco di preziose proprietà per un corretto equilibrio idrolipidico
  • uso farmaceutico – l”azione che ha sul nostro corpo in grado di aiutarci a diminuire il dolore a causa di sclerosi multipla, lesioni del midollo spinale, riduzione del dolore cronico, riduzione di nausea e vomito, causati da chemioterapia, radioterapia, terapie per HIV, stimolazione dell’appetito nella cachessia, anoressia, perdita dell’appetito in pazienti oncologici o affetti da AIDS e nell’anoressia nervosa, glaucoma, riduzione dei movimenti involontari del corpo e facciali nella sindrome di Gilles de la Tourette.

P.S. La cannabis terapeutica può essere prescritta da un medico solo nel caso in cui le terapie standard non abbiano nessun effetto sul paziente.